Tutti avrete ormai sentito parlare dello strumento musicale che è stato imbarcato su un volo Alitalia ed è stato ritrovato distrutto una volta arrivato a destinazione. La notizia è stata diffusa su Facebook ed ha fatto il giro del mondo. Vediamo nei dettagli come è andata e quali sono le precauzioni da prendere in questi casi.

La storia di Myrna Herzog e la sua viola imbarcata sul volo Alitalia

Myrna Herzog, una musicista famosa in tutto il mondo e direttrice dell’Ensemble Phoenix, ha imbarcato la sua viola da gamba originale del 17esimo secolo su un volo Alitalia. Rendendosi conto che si trattava di uno strumento molto delicato ha esplicitamente chiesto un occhio di riguardo per il suo bagaglio da stiva. La compagnia aerea le aveva assicurato che il suo strumento musicale sarebbe stato trasportato con cautela. Purtroppo, non è stato così. Lo strumento musicale è arrivato distrutto e Myrna, nella sua denuncia pubblicata su Facebook, ha anche ammesso che Alitalia odia i musicisti e che, volontariamente le hanno distrutto la viola.

Il post, corredato di foto, ha fatto il giro del mondo ottenendo moltissimi like e condivisioni. La compagnia aerea Alitalia che non aveva fornito nessuna spiegazione alla musicista ha successivamente risposto, senza fornire spiegazioni dettagliate sulla vicenda. Alitalia ha spiegato ad Huffpost che, quando si tratta di oggetti di valore che superano gli 8 kg e non possono essere trasportati in cabina, proprio come lo strumento musicale, devono essere imbarcati ma, la compagnia non è responsabile dei danni che potrebbero essere causati.

Se un passeggero vuole assicurarsi che il suo oggetto di valore arrivi sano e salvo a destinazione dovrebbe comprare un “extra-seat”, così da poter viaggiare con l’oggetto in questione. Se Myrna avesse acquistato questo “extra-seat”, lo strumento sarebbe stato messo in sicurezza così come da procedura. La storia raccontata da Alitalia non finisce qui. Vengono forniti altri dettagli relativi alla pre partenza e non alle condizioni in cui è stata trovata la viola.

Occhio ai bagagli che imbarcate: strumento musicale distrutto da Alitalia

Alitalia afferma che la passeggera non ha acquistato un “extra-seat” e che in fase di check-in ha esplicitamente chiesto di imbarcare lo strumento musicale firmando il “limited release”, ovvero il modulo per lo scarico delle responsabilità. In fine, Alitalia ha dichiarato che provvederà al rimborso dei danni causati secondo i regolamenti internazionali in vigore.

Bagagli in stiva e bagagli speciali, ecco cosa c’è da sapere

Ecco tutto quello che c’è da sapere quando si vuole imbarcare un bagaglio che supera le dimensioni ed il peso concesso per essere portato in cabina.

Normalmente, qualunque sia la compagnia aerea, le regole sono sempre le stesse, possono variare di poco i prezzi. I bagagli da stiva possono pesare dai 15kg ad un massimo di 32 kg. Normalmente, i bagagli sono da 15, 20 o 23 kg ma c’è la possibilità, su voli di specifiche compagnie aeree come EasyJet, di acquistare qualche chilo in più. I passeggeri possono portare fino a un massimo di 3 bagagli da stiva, senza considerare il bagaglio a mano compreso da poter portare in cabina, insieme a una borsa personale (questo vale solo per alcune compagnie) ed un bagaglio aggiuntivo come ombrello, cappotto, busta del duty free.

Occhio ai bagagli che imbarcate: strumento musicale distrutto da Alitalia

Ma cosa accade quando bisogna trasportare dei bagagli speciali come appunto strumenti musicali, attrezzature sportive o passeggini? Tutto ciò che rientra nei 23 kg può essere trasportato acquistando il bagaglio da stiva. Se il peso è superiore bisogna pagare un supplemento. In cabina può essere portato qualsiasi bagaglio speciale basta che non superi gli 8kg e le dimensioni permesse. Quando i bagagli speciali sono di valore e delicati si possono portare a bordo qualunque sia il loro peso e la loro dimensione comprando il cosiddetto “extra-seat”.

Sui i siti di ogni compagnia aerea potete trovare la sezione dedicata ai bagagli speciali e alla loro politica per il trasporto tra cui bici tandem, surf e windsurf.

Qualunque sia il problema con il vostro bagaglio potete fare affidamento su Flycare.

Grazia Maietta

 

Potrebbe interessarti l’articolo dedicato alla nuova policy su bagagli Ryanair.

13 febbraio 2018
Occhio al bagaglio che imbarcate: il clamoroso caso Alitalia

Occhio al bagaglio che imbarcate: il clamoroso caso Alitalia

Tutti avrete ormai sentito parlare dello strumento musicale che è stato imbarcato su un volo Alitalia ed è stato ritrovato distrutto una volta arrivato a destinazione. […]
6 febbraio 2018
Aumentano i casi di bird strike: cause e conseguenze

Aumentano i casi di bird strike: cause e conseguenze

Avete mai sentito parlare di bird strike? Purtroppo, molto spesso accade che si devono effettuare atterraggi d’emergenza a causa di impatti violenti tra aerei ed uccelli. […]
30 gennaio 2018
Le nuove mete del 2018: nuove rotte per EasyJet, Ryanair e Meridiana

Le nuove mete del 2018: nuove rotte per EasyJet, Ryanair e Meridiana

Con l’arrivo del nuovo anno si pensa anche a programmare i prossimi viaggi e molte compagnie aeree hanno deciso di inaugurare nuove rotte in questo 2018. […]
23 gennaio 2018
La grande paura di volare può essere sconfitta: cause e rimedi

La grande paura di volare può essere sconfitta: cause e rimedi

Non tutti sono amanti dei viaggi in aereo, anzi, ci sono persone che non riescono proprio a salirci su un aereo. Una persona su quattro ha […]