Volare con passeggeri autistici: la storia del bambino che commuove il web

Volare con i bambini non è mai una cosa semplice, pensate quanto sia ancora più difficile quando i bambini sono affetti da autismo. In un altro post ti avevamo già parlato del codice DPNA e di quali sono le cose migliori da fare quando si vola con passeggeri autistici, specialmente quando sono bambini. Recentemente, su un volo della United Airlines un bambino autistico ha avuto una crisi durante il decollo. La reazione dei passeggeri commuove il web. Vediamo nel dettaglio la vicenda.

Volare con passeggeri autistici: la storia del bambino che ha avuto una crisi in volo

Il volo della United Airlines era decollato da San Diego ed era diretto ad Houston. Al bordo, in prima classe, viaggiava il Braysen, bambino che soffre di autismo, insieme a suo padre a sua madre. Chi conosce bene l’autismo saprà che non si possono controllare le crisi e nemmeno le azioni compiute da chi ne è affetto. Braysen non voleva stare seduto, aveva deciso di slacciarsi la cintura di sicurezza e di sedersi sul pavimento del corridoio. Sapete tutti che non è possibile stare senza cintura di sicurezza durante il decollo. I genitori riescono a farlo sedere nuovamente, ma Braysen scalcia e urla.

Non è facile volare con passeggeri autistici, soprattutto se sono dei bambini. Tutti gli altri passeggeri si sono dimostrati molto disponibili nei confronti del piccolo Braysen. Gli mostravano foto sul cellulare cercando di intrattenerlo e farlo calmare. La mamma di Braysen si è commossa e con lei anche tutti i passeggeri sul volo e le persone che hanno letto questa storia sul web. La mamma di Braysen spiega che non sempre le persone intorno riescono a capire le difficoltà che suo figlio affronta tutti i giorni. Anche gli assistenti di volo sono stati davvero molto disponibili e gentili con la famiglia.

Volare con passeggeri autistici: la storia del bambino che commuove il web

Volare con passeggeri autistici: il codice DPNA

Quando si vola con passeggeri autistici, specialmente bambini, bisogna prendere alcune precauzioni. Il codice DPNA dovrebbe essere conosciuto sia dai passeggeri che viaggiano con i bambini affetti da autismo sia dagli assistenti di volo.

Al momento della prenotazione del volo assicuratevi di menzionare che state viaggiando con un passeggero affetto da autismo così da poter avere un priority boarding gratuito. Volare può rivelarsi un’esperienza molto stressante per i passeggeri affetti da autismo ed è per questo che bisogna evitare di fargli accumulare ulteriore stress. Per sapere di più sul codice DPNA continua a leggere.

Per qualunque problema con il tuo volo o il tuo bagaglio puoi sempre fare affidamento su Flycare.