Aumentano i casi di bird strike: cause e conseguenze

Avete mai sentito parlare di bird strike? Purtroppo, molto spesso accade che si devono effettuare atterraggi d’emergenza a causa di impatti violenti tra aerei ed uccelli. È un fenomeno molto diffuso e cerchiamo di capire perché accade.

Le cause dei bird strike

I bird strike avvengono da sempre, fin da quando l’uomo ha imparato a volare, invadendo lo spazio che prima era riservato solo agli uccelli. Gli incidenti di questo tipo si manifestano durante il decollo e l’atterraggio, questo perché gli uccelli volano al di sotto dei 152 metri. Gli incidenti denominati bird strike avvengono sempre più frequentemente perché il traffico aereo sta aumentando. Ci sono sempre più aerei che invadono il cielo, ma aumentano anche i volatili. L’Ente nazionale per l’aviazione civile ha dichiarato che “in Italia il numero di wildlife strike è passato da 348 nel 2002 a 1084 nel 2015, e dal 1980 ad oggi la popolazione nidificante di gabbiano reale è più che raddoppiata, superando le 60.000 coppie”.

Il tipo di bird strike dipende anche dalla razza d’uccello che si va a scontrare con l’aereo. I più pericolosi sono senza dubbio le oche canadesi che si sono adattate a vivere proprio vicino agli aeroporti. Quando avviene l’impatto, anche se gli aerei sono progettati per sopportare questo scontro, l’elevata velocità può causare dei danni al motore ed impedire il proseguimento del viaggio. Si è calcolato che lo scontro con un volatile di circa 5 kg a 240 km/h (che sarebbe la velocità di un aereo in fase di atterraggio) equivale ad un peso di mezza tonnellata che viene fatto cadere da 3 metri.

Nonostante l’impatto durante il bird strike, l’aereo può tranquillamente continuare a volare, nel peggiore dei casi si prevedono atterraggi di emergenza, ma è sicuramente il volatile che ha la peggio nell’incidente. A volte, capita che i piloti si accorgono dell’avvenuto bird strike solo quando atterranno e provvedono al controllo del motore. Solo in alcuni casi rari, quando l’impatto è con uno stormo, il motore può essere danneggiato e così si mette a rischio la sicurezza dei passeggeri.

Aumentano i casi di bird strike: cosa sono e quali sono le cause

Alcuni episodi di bird Strike

Un volo della compagnia Volotea, subito dopo il decollo, si è imbattuto in uno stormo di uccelli. C’è stato un atterraggio d’emergenza a Palermo per controllare i motori.

Uno degli ultimi eventi riguarda un aereo decollato da Tokyo in data 5 settembre 2017 che ha effettuato un atterraggio di emergenza proprio a causa di un bird strike. La Japan Airlines ha poi dichiarato che un volatile si era incastrato in uno dei motori e l’aereo ha scaricato una parte del carburante per poter atterrar d’urgenza. Per questo motivo si sono viste fiamme sotto l’aeromobile, ma per fortuna non ci sono state altre conseguenze.

L’evento più straordinario e che probabilmente ricorderete è dell’aereo che è precipitato nell’Hudson. Un pilota, che viene considerato un vero e proprio eroe, ha salvato le vite a tutti i passeggeri atterrando nelle acque del fiume Hudson a New York il 5 gennaio del 2009. Non tutti sanno che il pilota ha dovuto agire in questo modo a causa di un bird strike. Ha evitato uno stormo di oche canadesi.

Si è sfiorata una tragedia nel novembre del 2008 quando un volo Ryanair si è imbattuto in uno stormo di uccelli mentre stava atterrando all’aeroporto di Ciampino a Roma. Gli incidenti possono essere causati anche da altri tipi di animali se si trovano sulla pista di atterraggio e di decollo, anche essi potrebbero essere risucchiati dai motori.

Aumentano i casi di bird strike: cosa sono e quali sono le cause

Purtroppo, ci saranno sempre casi di bird strike, sono alcuni di quei problemi a cui è davvero difficile trovare una soluzione. Sicuramente è stato evidenziato che al problema del bird strike non viene data la giusta importanza, perché i morti non sono mai stati numerosi, anche se gli incidenti sono stati tanti nel corso degli anni e continuano ad aumentare.

Per il ritardo del vostro volo o per lo smarrimento del bagaglio ricordatevi di fare affidamento su Flycare.

Quali sono le cause che provocano i ritardi aerei? Scopri di più qui.

 

Grazia Maietta

x

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi puoi modificare le tue impostazioni nel nostro Centro Privacy. Cliccando "Accetto", invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

Accetto Privacy Cookie