Estate: le mete preferite nel 2019

quando si buca una ruota dell'aereo, il viaggio non è rimborsabile!
Se una ruota si buca non vi è rimborso ritardo aereo
28 Giugno 2019
Nuove destinazioni da Milano grazie ad Alaska Airlines e Air Italy
Nuove destinazioni da Milano grazie ad Alaska Airlines e Air Italy
2 Luglio 2019
maldive

Molti aspettano con ansia l’estate perché possono finalmente concedersi qualche momento di relax, andando in vacanza. E se c’è chi si accontenta della solita vacanza al mare, o anche semplicemente di stare a casa perché lo stressa persino l’idea di muoversi, c’è chi invece non vede l’ora di andarsene per un po’. Vediamo quindi quali sono le mete più gettonate dell’estate 2019.

Tendenze da viaggio

Se siete in pausa al lavoro e non volete farvi male, vi consigliamo di mettere l’articolo tra i preferiti e guardarlo più avanti. Se invece volete sognare, o cercate il luogo perfetto per le vacanze, allora rimanete: qui vi indichiamo quali sono le tendenze viaggi di questa estate 2019.

Indicheremo le mete più belle da vedere, ma anche quelle che stanno venendo maggiormente scelte dai viaggiatori, per consigliarvi quale sarà la meta della vostra prossima vacanza.

E sono mete valide in ogni periodo dell’anno, per cui non disperate se avete messo le ferie a settembre o a ottobre: sono luoghi sempre ideali. Viaggi avventura, rilassanti su spiagge paradisiache o alla scoperta di popoli antichi. Viaggi per coppie, famiglie, o single. Al mare, in montagna o in città.

Quest’anno le occasioni sono tante, anche perché sono aumentate le offerte di voli low cost verso mete esotiche e intercontinentali. Tra i trend lanciati dai migliori siti di viaggio con l’hashtag #stravogliadipartire c’è la Tunisia, che già nel 2018 aveva avuto un aumento di ricerche e booking del 400% per via delle tante e diverse attrazioni: il deserto del Sahara, l’antica Medina di Tunisi, le rovine di Cartagine. Inoltre il turismo è tornato a crescere dopo il periodo di flessione dovuto agli attentati del 2015.

Seguono poi le Maldive e i Caraibi, che continuano ad essere mete da sogno per tantissime persone: la loro crescita è rispettivamente del 180% e del 167%. Cresce anche la Polonia, del 96%, che è una meta ideale per chi cerca città d’arte o anche per chi vuole scoprire i Carpazi. E, inaspettatamente, anche il Caucaso è in grado di attirare molti visitatori, diretti in Armenia, Azerbaijan e Georgia (un incremento totale del 30%).

Ma basta con le chiacchiere, vediamo le mete predilette di questa estate 2019.

Tunisia

La Tunisia è in cima alla classifica dei migliori siti di viaggi, in particolare a quella di Volagratis.com, perché nel 2018 ha conosciuto un incremento di prenotazioni e ricerche su Internet del 400%. È una destinazione che offre opportunità pressoché infinite, tra cui El Haouaria che è un paesino dedicato all’arte della falconeria: c’è infatti anche il Festival della Falconeria, che consente di ammirare i rapaci mentre volano.

Maldive

Anche le Maldive crescono, del 180% nel 2018 rispetto al 2017. Sono una meta ormai ordinaria, verso cui però l’interesse sembra non scendere mai per via del mare incredibile e la barriera corallino. Non potete perdervi la battigia dell’isola Vaadhoo, che si colora di blu di notte a causa del fitoplancton bioluminescente.

Barbados (Caraibi)

A molti ispira forse anche perché è la patria di Rihanna, Pop Star internazionale che vende milioni di album. Fatto sta che rispetto al 2017 le Barbados hanno visto un incremento del 167%, e si riconfermano un angolo di paradiso nel Mar dei Caraibi. Imperdibile è la Harrison’s Cave, la Sala di Cristallo, che è fatta di grotte nel distretto di Saint Thomas piene di stalagmiti, stalattiti, laghi, cascate, ruscelli.

Algarve (Portogallo)

L’Algarve è una stupenda regione del Portogallo del Sud, caratterizzata da infiniti chilometri di costa di rocce e sabbia bianca. Ha avuto un incremento del 155% rispetto al 2017, anche perché oltre al paesaggio mozzafiato si possono fare tour gastronomici per scoprire prodotti tipici e i vini del territorio, come i Vinhos Verdes e i Vinhos Verdes Alvarinho.

Mozambico

Forte incremento di prenotazioni e ricerche anche per il Mozambico, splendido Stato della parte meridionale del continente africano (parliamo di un +150% rispetto al 2017). Il Mozambico piace perché è un viaggio nell’Africa autentica e selvaggia, ma anche per la città di Maputo che unisce i grattacieli alla tipica architettura coloniale.

Turchia

Molto più vicina (a noi, s’intende) è la Turchia, che cresce in prenotazioni e ricerche del 100% rispetto al 2017. La Turchia non manca certo di attrazioni, da Istanbul al sito archeologico dell’antica Troia, sede della celebre battaglia narrata da Omero, a Yzmir sulla costa ionica, l’antica Smirne, alla Cappadocia. Insomma la Turchia ha un certo fascino, non c’è che dire.

Polonia

La Polonia nel 2018 cresce del 96% rispetto all’anno precedente, specie perché è una meta ottimale in ogni periodo dell’anno. Utile per i city break, i weekend, finanche alla settimana bianca. Se andate in Polonia non potete perdervi le miniere di sale di Wieliczka, nei pressi di Cracovia (oltre alla stessa Cracovia, naturalmente); terme all’interno delle quali ci sono anche terme con centro benessere sotterraneo, per un relax a 360 gradi.

Egitto

Cresce anche l’Egitto, e del 90%. Anche questo Paese nordafricano non stanca mai, per i suoi paesaggi, per il deserto, per la sua storia. Andare in Egitto significa viaggiare di 5mila anni indietro nel tempo, e per questo è complicato distinguere tra la storia e la leggenda. Non mancate di farvi un giro nel mercato di Assuan, colorato e celebre per produzioni artigianali e per pietre preziose.

Turkmenistan

Dite la verità: non sapete nemmeno dov’è! (e se lo sapete, siete tra i pochi bravi in geografia). Il Turkmenistan è una delle sorprese di questa estate 2019, soprattutto perché nel 2018 ha incrementato prenotazioni e ricerche del 67%. Forse il motivo è proprio da ricondursi nel fatto che è poco conosciuto, e quindi ideale per chi scappa dalla massa.

Se andate a Karakum, non perdetevi la Porta dell’Inferno, un cratere incendiato e originato da una perforazione per scavi in cerca di Petrolio.

Perù

Cresce il Perù, che insieme al Brasile è una delle mete preferite del Sudamerica (incremento del 41%). Il Perù è stupendo sia dal punto di vista paesaggistico-naturalistico, grazie alla catena delle Ande, sia dal punto di vista storico: infatti proprio scalando le Ande si giunge a Machu Picchu, storica città dell’Impero Azteco. Ma non perdetevi nemmeno la passeggiata lungo Vinicunca, la Montagna Arcobaleno così chiamata per le sue rocce colorate a strati con tutti e 7 i colori dell’Iride.

Caucaso

L’altra sorpresa è il Caucaso, le cui ricerche e prenotazioni incrementano del 30% rispetto al 2017. È una regione particolare che si trova tra Asia ed Europa, tra catene montuose e il Mar Caspio, e che comprende Armenia, Georgia e Azerbaijan, tutti e tre Stati che non mancano di culture e tradizioni.

Non dovete perdervi l’area archeologica di Gobustan, dove sono state scoperte 60.000 incisioni rupestri (del resto, quando si dice Uomo caucasico per fattezze e colore della pelle, e che si riferisce agli occidentali, s’intende proprio l’Uomo originario del Caucaso).

Giordania

Concludiamo con la Giordania, che segna un +20% in ricerche e prenotazioni rispetto al 2017. La Giordania offre paesaggi selvaggi di Wadi, o l’antica Petra, città dalla storia millenaria in grado di conquistare i viaggiatori. Non perdetevi neanche Al-Karak, castello più importante in Giordania, che domina l’omonima città e tutta la valle del Giordano.