Mamma ho perso l’aereo diventa realtà: il pilota deve rimandare il decollo

Sicuramente tutti conoscerete il famosissimo film “Mamma ho perso l’aereo” e anche il suo seguito “Mamma ho riperso l’aereo” in cui Kevin finisce in un aeroporto diverso da quello in cui atterra la sua famiglia. Mamma ho perso l’aereo diventa realtà! Qualche settimana fa una mamma dimentica suo figlio in aeroporto ed il pilota deve rimandare il decollo.

Mamma ho perso l’aereo diventa realtà: una mamma dimentica suo figlio in aeroporto

L’ansia della partenza, i documenti da controllare, i bagagli da imbarcare. Sono tante le cose a cui bisogna pensare prima di imbarcarsi su un volo e, qualche volta, si rischia di dimenticare qualcosa. Può anche capitare di dimenticare il proprio figlio in aeroporto! Beh, per fortuna, questa non è una cosa che accade spesso. Il famoso film “Mamma ho perso l’aereo” diventa realtà quando una donna dimentica suo figlio all’aeroporto di King Abdulaziz qualche settimana fa. Per fortuna, la vicenda non è del tutto uguale al film, perché la donna si rende conto di aver dimenticato il figlio in aeroporto prima del decollo.

La donna si era imbarcata per un volo della Saudi Arabian Airlines diretto all’aeroporto di Gedda. Proprio poco prima del decollo la donna terrorizzata si rende conto di aver lasciato una cosa estremamente importante in aeroporto: suo figlio! Il volo era diretto a Kuala Lumpur in Malesia. La donna ha subito chiesto aiuto al personale di bordo spiegando che cosa era accaduto e chiedendo di interrompere immediatamente la fase di decollo.

Mamma ho perso l’aereo diventa realtà: il pilota deve rimandare il decollo

Mamma ho perso l’aereo diventa realtà: la donna chiede di interrompere la fase di decollo

Quando tutti i passeggeri sono saliti sull’aereo, l’imbarco è terminato, i motori sono pronti e l’aereo si trova in pista non c’è niente che può interrompere il decollo. Beh, dipende dalla gravità della situazione ma, visto che il decollo è una fase molto delicata ed ogni aereo è legato al decollo degli altri è difficile che la fase si possa interrompere.

In questo caso, la madre disperata ha chiesto di ritornare indietro per cercare il figlio al terminal. La donna chiede di interrompere la fase di decollo e questo accade. Riesce a tornare al gate e a trovare suo figlio che era rimasto in una sala d’attesa. Questa vicenda viene rivelata dal Telegraph ricordando cosa era accaduto a Cameron e a sua moglie nel 2012: avevano dimenticato la figlia in un pub dopo aver trascorso lì la serata. Una vicenda del tutto diversa ma che fa riflettere su come sia possibile dimenticare il proprio figlio da qualche parte.

Speriamo che non accadano più episodi di questo tipo ma, a volte, la vita è davvero come un film.

Per qualunque problema con il tuo volo puoi sempre fare affidamento su Flycare.