Quando i passeggeri hanno diritto a dei risarcimenti?

rimborso

Sempre più persone usano gli aerei come mezzo di trasporto, ma poche ancora conoscono pienamente i loro diritti come passeggeri, sia per loro scarsa attitudine all’informarsi sia soprattutto per la volontaria omissione delle compagnie aeree di alcune preziose informazioni, come il diritto al rimborso ritardo aereo. Rivolgendovi ad enti come flycare.eu invece avrete modo di sapere per filo e per segno quali sono i vostri diritti, potendo anche richiedere immediatamente il risarcimento in questione grazie al modulo da compilare.

Il primato degli aeroporti Lombardi

La Lombardia conquista un altro primato, che si deve al settore aereo: gli aeroporti lombardi, infatti, sono cresciuti enormemente fino ad arrivare a 34 milioni di passeggeri. A guidare questa classifica è l’enorme Aeroporto di Milano-Malpensa, cresciuto dell’11%.

A questo si aggiunge una generale soddisfazione dei clienti, e questo nonostante l’aumento – pur non consistente – dei problemi di cancellazione, di ritardo aereo, di overbooking e di smarrimento bagagli.

Diversi sono i problemi che si legano alle compagnie aeree, specialmente in voli diretti ad aeroporti ad alto traffico. Purtroppo ancora sono pochi i passeggeri che conoscono i loro diritti nell’eventualità di disagi, come il rimborso ritardo aereo o il risarcimento per cancellazione.

In Europa siamo molto fortunati, perché dal 2004 è presente una normativa europea – aggiornata ad aprile 2018 – che ha stabilito i doveri delle aziende aeree e i diritti dei clienti qualora si verificassero disagi come il ritardo aereo, la cancellazione, l’overbooking, lo smarrimento dei bagagli.

All’estero la situazione è diversa e, pur essendoci la Convenzione di Montreal, in Paesi come USA e Canada ci sono meno diritti. Per non parlare di altre Nazioni come la Cina o l’India, che ancora non si sono attivate in tal senso.

Rimborso ritardo aereo

Questa normativa (la 261/2004) prevede che i passeggeri abbiano un diritto al risarcimento dei danni che si calcola su base forfettaria e chilometrica, rimborso ritardo aereo che va dai 200 ai 600€ in base chiaramente alla distanza del volo.

Ma in caso il ritardo superi le 5 ore ogni passeggero ha diritto al risarcimento totale del costo del biglietto, nonché un volo alternativo, nonché una compensazione in soldi equivalente a quella concessa ai ritardi di tre ore.

Il rimborso ritardo aereo non vale per cause che discernono dal volere della compagnia, come calamità naturali, rischi sanitari o terrorismo.

Ci sono risarcimenti anche per ritardi inferiori alle 3 ore, ma in questo caso bisogna poter dimostrare di aver subito dei danni e/o delle perdite (per esempio la perdita di un appuntamento di lavoro, di una prenotazione in hotel o di altre cose per cui si possa calcolare un valore economico).

Risarcimento per cancellazione del volo

Oltre al rimborso ritardo aereo ci sono altri casi per richiedere un risarcimento economico, come il volo cancellato. Tale rimborso si può ottenere quando la compagnia non comunica a cancellazione attraverso i suoi canali ufficiali entro due settimane prima della partenza.

In questo caso il rimborso varia tra i 250 e i 600€ a seconda della tratta percorsa (250 per voli fino a 1500€; 400 per voli tra i 1500 e i 3500; 600 per voli oltre i 3500km)

Author: Staff

VERIFICA IL RISARCIMENTO
X