Dove si può vedere l’aurora boreale?

Dove si può vedere l’aurora boreale?

Dove è possibile ammirare l'aurora boreale

La natura offre sempre spettacoli degni di nota, che valgono qualsiasi spesa. Sicuramente uno dei più suggestivi e ricercati da molti è quello dell’aurora boreale, un fenomeno che appare nel cielo esclusivamente nelle regioni dell’estremo Nord. Ma quali sono i posti migliori dove poterla ammirare?

Cos’è l’aurora boreale

Prima di capire quali sono i luoghi migliori dove poterla ammirare, è più opportuno dare una definizione del fenomeno e spiegare perché queste luci si manifestino solamente nei cieli notturni dei paesi dell’estremo Nord (o dell’estremo Sud, in caso si tratti di Aurora Australe).

In Europa Settentrionale, questo fenomeno ha un altro nome: The Northern Lights, letteralmente le “Luci del Nord”. Questo appunto perché è un fenomeno che non si manifesta sotto una certa latitudine, per cui solo alcuni Paesi europei ne sono caratterizzati.

La scoperta dell’entità dell’Aurora Boreale – il cui nome più corretto sarebbe Aurora Polare, che diviene poi Boreale o Australe a seconda dell’emisfero in cui si manifesta – è piuttosto recente. Infatti, fino alla metà del Diciannovesimo secolo si riteneva che queste particolari luci colorate che d’inverno illuminano i cieli dell’estremo Nord, fossero i riflessi del sole su degli Iceberg di dimensioni titaniche galleggianti negli Oceani del Polo Nord; o, ancora, che fossero dei lampi d’alta quota.

Le cose cambiarono il 28 agosto del 1859, quando l’astronomo britannico Richard Christopher Carrington scoprì che il fenomeno deriva dall’attività del sole. Infatti, l’Aurora Polare è prodotta da delle particelle elettriche, gli elettroni e i protoni, che arrivano dal Sole e colpiscono la ionosfera del nostro Pianeta, quella parte di Atmosfera compresa tra i 100 e i 500 km di altitudine.

Una volta esauritosi il fenomeno elettrico, tutta l’energia prodotta dagli elettroni si manifesta sotto forma di luce visibile dall’uomo: appunto l’Aurora Boreale nell’emisfero Artico, l’Aurora Australe nelle estremità di quello Antartico.

Questo fenomeno è unico nel suo genere, e non così facile da vedere. Accade al crepuscolo o di notte – mentre di giorno è più difficile da vedere. La luce si manifesta in lampi che quasi danzano nel cielo nero cambiando continuamente la loro forma. Più raramente si possono sentire dei suoni, come un sibilare che accompagna la danza di luci.

Tuttavia, non è stato ancora specificato il perché questo vero e proprio spettacolo della natura si manifesti solo in determinate regioni particolarmente estreme dal punto di vista della latitudine e del clima. Pare che questo dipenda dal fatto che tali regioni hanno una protezione magnetica molto inferiore rispetto alle latitudini più calde, e quindi il vento solare – che porta con lui parte del campo magnetico del Sole – può interferire con il campo magnetico terrestre, formando appunto questo intenso gioco di luci.

Uno spettacolo altamente suggestivo, che è anche difficile da descrivere e andrebbe direttamente visto almeno una volta nella vita. L’Aurora Boreale – quindi, quella del nostro emisfero – si manifesta dalla fine di novembre alla fine di marzo alle latitudini 65-72° Nord. Ci sono anche alcuni punti in cui il fenomeno si può ammirare tutto l’anno. Infatti, il Sole vive di cicli che durano 11 anni, e in questi cicli aumentano le tempeste magnetiche e quindi le possibilità di vedere le aurore polari.

Ma dopo questa introduzione, vediamo quali sono i luoghi migliori in cui è possibile ammirare questo evento atmosferico naturale e quasi onirico.

Alaska

Una delle prerogative per ammirare questo fenomeno in cielo è la totale (o quasi) assenza di inquinamento luminoso, e quindi questo elimina praticamente qualsiasi grande città. L’Alaska, con le sue infinite distese naturali, risponde perfettamente a questo criterio.

Non sono pochi i luoghi della penisola dell’estremo Nord statunitense in cui è possibile vedere l’Aurora Boreale: tra i migliori, dove si manifestano quelle più belle per forme e colori, si citano Anchorage, Fairbanks, Yukon e Denali. Del resto, arrivare in Alaska è un viaggio molto lungo che deve valere la pena di vedere uno spettacolo meraviglioso.

Per questo si consiglia sempre di prenotare un tour, affidandosi a degli esperti noti come Cacciatori di Aurore Boreali. Loro sì che sanno sempre dove, quando e come vederne una.

Canada

Tra luoghi dove appare l’Aurora Boreale non può mancare ovviamente il Canada, lo sconfinato ed estremo Paese simbolo del perenne inverno in Nord America. Qui la zona più bella per vedere il fenomeno è compresa tra il Lake Superior in Ontario e la Tundra nel Canada del Nord. Ottima anche la piccola cittadina di Whitehorse, nel territorio dello Yukon canadese al confine con l’Alaska (USA). Come già detto per l’Alaska, anche in questo caso conviene prenotare delle escursioni e affidarsi a mani – anche se sarebbe meglio dire occhi – esperte.

Danimarca

La Danimarca propriamente detta non ha alcun luogo in cui si manifestano queste luci, perché pur essendo un paese estremamente settentrionale si trova di pochi km sotto le latitudini “giuste”. Ma forse in pochi sanno che il Regno di Danimarca comprende anche i territori semi-autonomi delle Isole Fær Øer (rese Faroe in italiano, Føroyar in lingua faroese, idioma autoctono dell’arcipelago) e della Groenlandia, politicamente danese ma geograficamente appartenente al continente nordamericano.

L’arcipelago delle Fær Øer è sicuramente il punto migliore, per noi italiani, in quanto è più vicino, pur essendo sito in mezzo all’Oceano Artico tra la Scozia e la Norvegia. La Groenlandia, invece, ha dalla sua di essere un’isola enorme in cui il fenomeno si può ammirare praticamente tutto l’anno anche se i punti migliori per vederle sono Kulusuk e Ammassalik.

Finlandia

Nella lista c’è naturalmente anche la Finlandia, un paese pieno di scorci naturali e foreste molto belle in cui si può andare al crepuscolo o di notte ad ammirare le Luci del Nord. Uno dei luoghi più scelti è Luosto, che addirittura avvisa dell’arrivo dell’Aurora Boreale con una sorta di allarme.

Ma è molto suggestiva anche Sodanklya, in cui è sito il Northern Lights Research Center, che invece si occupa di avvisare specificatamente tutti gli hotel cittadini dell’imminente arrivo del fenomeno. Nell’estremo Nord finlandese, in Lapponia (regione compresa tra Finlandia, Svezia, Russia e Norvegia) si organizzano dei viaggi in slitta per ammirare l’evento.

Irlanda

Anche quest’isola ha dei piccoli punti in cui è possibile ammirare il fenomeno, tutti situati nella sua parte appartenente al Regno Unito, ovvero l’Irlanda del Nord. L’Aurora Boreale irlandese si può scorgere nella contea di Donegal, in particolare a Fanad Lighthouse e Malin Head, e nella contea di Antrim. Talvolta il fenomeno si può spingere anche in punti più meridionali, andando a illuminare le Cliffs of Moher, delle splendide scogliere.

Islanda

L’Islanda è di fatto il Regno dell’Aurora Boreale, che infatti si può ammirare in tutta l’isola. Tuttavia, come punto più indicato per vederla viene sempre consigliato il Þingvellir National Park, appena fuori dalla capitale Reykjavík.

Norvegia

La Norvegia ha un’ampia porzione di territorio dove compaiono le luci nordiche, ovvero quella compresa tra il Circolo Polare Artico e la zona, appunto, delle Northern Lights. I luoghi migliori sono Tromsø, Alta, le Isole Lofoten, le isole Svalbard e la contea Finnmark, la più estrema contea della Norvegia (tolte le Isole Svalbard) così chiamata perché al confine con la Finlandia.

Russia

La Russia è il Paese più esteso del mondo, e si sviluppa tutto in latitudini molto settentrionali, dall’Europa all’Asia, sullo stretto di Bering che confina con l’Alaska. In particolare, la regione al confine con la Scandinavia, ovvero la penisola di Kola, è uno dei punti migliori in Russia per ammirare l’Aurora Boreale, insieme alla Siberia, l’enorme regione che appunto arriva sullo Stretto di Bering.

Svezia

Chiude l’elenco dei Paesi influenzati dall’Aurora Boreale la Svezia, che tra l’altro completa la lista dei paesi scandinavi tutti citati in questa guida. Il punto migliore, in Svezia, per vedere l’Aurora Boreale è Abisko, nella Lapponia svedese, che ha addirittura delle prove scientifiche a caratterizzarla come città ideale per le luci del nord, anche grazie al suo microclima.

Nella città è presente l’Abisko National Park, totalmente privo di luci e che quindi permette di vedere spettacoli straordinari. Tra l’altro, il lago lì vicino lungo 43 metri origina il Blue Hole di Abisko, ovvero la “doppia” Aurora riflessa nelle acque del lago.

Author: Staff

VERIFICA IL RISARCIMENTO
X