I viaggi da fare per sfruttare i ponti

Che tipo di viaggiatori siete
Che tipo di viaggiatori siete?
20 Marzo 2019
Cosa è accaduto al volo precipitato dell’Ethiopian Airlines
Cosa è accaduto al volo precipitato dell’Ethiopian Airlines
26 Marzo 2019
Viaggiare durante i ponti

Più volte durante l’anno festività che ricadono vicine o a ridosso del weekend danno luogo a quelli che noi chiamiamo “Ponti”, ovvero delle piccole vacanze che ci fanno stare a riposo più di due giorni e in alcuni casi ci consentono anche di andare in vacanza. Ora che la primavera è vicina (ma visto il clima, ormai è un po’ che è arrivata) vediamo le mete da raggiungere durante uno di questi ponti.

Italia o non Italia?

Durante i ponti si può decidere di partire per un viaggetto e staccare un po’. La meta dipende sia dalla durata di tale ponte, sia dalle vostre preferenze. Volete stare in Italia? Allora ci sono la Val d’Orcia e Matera. Volete uscire dall’Italia? Allora la scelta va da Cracovia alle Fiandre, dall’Austria per gli amanti della musica e a Madrid che ancora non bolle per gli amanti della cultura spagnola, e alla Provenza per i più raffinati.

Ah, ma volete proprio uscire dall’Europa! Allora potete prendere in considerazione l’Oman, per potervi rilassare andando alla scoperta di una nuova cultura; o il Sudafrica, cje è lontano visto che è nell’emisfero sud a 10 ore di volo (là, infatti, è Autunno) ma ha un fuso orario solamente di un’ora avanti.

Più vicina (anche di cultura) è la Tunisia, ricca di storia (qui risiede l’antica Cartagine, arcinemica di Roma) di buon cibo, di mare e il clima è caldo che se ci andate da metà aprile in poi potete già permettervi un bagno nel mario.

Ma ora concentriamoci nei dettagli, iniziando a parlare delle mete più consigliate.

Austria

La nostra vicina di casa è bella tutto l’anno, ma in primavera assume un fascino particolare perché è perfetta davvero per tutti. Gli amanti della natura potranno godersi la sua fioritura, le sue bellezze, i suoi paesaggi.

Quelli più sportivi potranno girare in bici, mentre gli appassionati gastronomici possono godersi delle biciclettate trai monti e le colline delle alpi austriache. In base alle vostre preferenze, andate su Austria Turismo e troverete quello che più fa al vostro caso.

Stiamo comunque parlando di una Nazione caratterizzata da oltre quattro milioni di ettari di foreste, sei parchi nazionali e tantissimi giardini: chi ama passare del tempo nella natura non può proprio lamentarsi.

Ma in Austria c’è anche Vienna, una delle metropoli più belle del mondo per storia e cultura, specie musicale e artistica, nonché una di quelle più al passo coi tempi. Inoltre dal 6 al 23 aprile, alla Reggia di Schönbrunn inizia il mercato di Pasqua, che vede circa 70 espositore presentare delizie di ogni tipo.

Oman

Se avete unito al ponte qualche giorno di ferie, allora sfruttate tutti questi giorni di relax per fare una visitina in Oman. Potete sfruttare alcuni pacchetti interessanti che fanno risparmiare qualcosina consentendovi di visitare in una decina di giorni i monti Hajar, di dormire nel deserto e di scoprire le dune bianche, le oasi e Ras al Jinz, celebre perché le tartarughe vi depongono le uova.

Ovviamente farete tappa a Muscat, per fare foto ai Forti Portoghesi di Jalalj e Mirani, o all’Al Alam Palace, comprando anche qualche souvenir. La cultura, in Oman, non finisce certo qui perché vi farà certamente innamorare di lui lo stupendo museo Bajt Al Zubair.

Tunisia

La Tunisia è forse più vicina, ma non per questo meno bella tanto che offre davvero tantissime possibilità. Gli esperti di archeologia e storia potranno andare a vedere le rovine dell’antica e potentissima città di Cartagine, rivale di Roma, e quelle di Kerkouane, Dougga e El Jem.

Ma la storia la si trova nella stessa Tunisi, che unisce anche l’arte e la cultura. Per esempio il Museo Nazionale del Bardo è famoso per la sua bellissima collezione di mosaici romani (la colonia nordafricana che comprendeva, oltre alla Tunisia, anche l’Egitto, era una delle più ricche e apprezzate dei Romani).

Molto interessante è anche Tabarka, che nella storia ebbe tanti rapporti con Genova e che oggi è famosa anche per le spiagge di sabbia fine alternate a delle scogliere spioventi. Se partite da metà aprile in poi potete andare a Hammamet (nord est della Tunisia) o sull’isola di Djerba, per fare il vostro primo tuffo in mare.

Sicuramente non resterete delusi dal cibo, che è tanto e buono. Divertitevi e gustate alcune pietanze come il brik (una specie di crepe con uovo e tonno), il chakchouka (tipo peperonata), la bouza, un dolce con avena, zucchero e noci.

Fiandre

Nelle Fiandre la primavera è stupenda, ma significa anche tanta gioia per gli amanti della birra per via dei numerosi eventi ad essa dedicata che caratterizzano il territorio. In tal senso la meta migliore è Lovanio, con il suo Louven Innovation Beer Festival, o il Food&Hops, o ancora il Zythos Beer Festival e i Louven Beer Weekends.

Eventi che come possiamo vedere durano tutta la stagione, e vanno ad aggiungersi ai giri in bici, alle degustazioni e alle visite agli storici birrifici quali Domus e Stella Artois.

Cracovia (Polonia)

Considerata la città più bella della Polonia, quest’anno Cracovia è capitale europea della Cultura Gastronomica (attenzione, non della “sola” Cultura, titolo che invece spetta alla nostra Matera).

Quale occasione migliore se non la primavera, per scoprirla (l’altra è il periodo tra fine estate e inizio autunno). Se amate il cibo, quest’anno a Cracovia potrete provare nuovi sapori come ravioli ripieni, carni, zuppe, barbabietole e tutti gli elementi della cucina polacca, una gastronomia piena di profumi.

Madrid (Spagna)

La primavera è anche il periodo perfetto per vedere la capitale del Regno di Spagna, perché ancora non si muore dal caldo (a differenza di Barcellona, a Madrid non c’è il mare e d’estate si sente. Un po’ come le nostre grandi città del nord, quali Milano e Torino).

In primavera, a Madrid ci si può divertire a fare shopping nei mercatini, per gustare del buon spanish street food, o prendere lezioni di flamenco; o ancora immergersi nell’arte, mangiando i churros.

Madrid offre tutto quel che si può desiderare per un (lungo) weekend,  e in primavera è calda e soleggiata al punto giusto. Non costa neanche tanto, quindi potete prendere anche un Hotel in centro: si trovano il Circulo Gran Via, che ospita anche il casinò più famoso della metropoli; il Bless Hotel con bagni profumati e lo chef 10 stelle Michelin Martin Berasategui e tanto altro.

Matera (Italia)

Come accennato, quest’anno la nostra Matera è capitale della Cultura Europea e quindi è l’occasione perfetta per andare a scoprirla. Arrivarci è più facile di quello che si crede: si prende un aereo per Bari e da lì uno shuttle che in un’ora vi condurrà alla città lucana, famosa per i suoi Sassi e set del film La Passione di Mel Gibson (ma ci si arriva anche con il Frecciarossa!).

Non potete perdervi un aperitivo da Panecotto, e una cena al ristorante di Vitantonio Lombardo che a portato la prima stella Michelin nella città lucana. E poi concedetevi il lusso di dormire, letteralmente, nelle grotte: ma nella comodità, mica come i nostri antenati!

Provenza (Francia)

Molti obietteranno che la Provenza è sempre bella, ma è indiscutibile che la sua primavera sia imbattibile perché è in questo periodo che fioriscono i campi di lavanda rendendo il tutto estremamente romantico (e/o perfetto per il vostro Instagram).

Da Nizza o Marsiglia affittate un’automobile (se siete in Liguria, Piemonte, Val d’Aosta, Emilia o Lombardia potete andarci con la vostra, di automobile) per un viaggio itinerante attraverso tantissime località, come Gargas.