Perdita del documento di identità prima di volare: ecco cosa fare

La perdita del documento di identità prima di un volo è molto frequente. Cosa fare? A chi rivolgersi per poter partire comunque? Ecco cosa è capitato ad una ragazza la scorsa estate.

Volo da Parigi a Roma di agosto con Ryanair. “A poche ore dal volo mi viene rubata la borsa con tutti i documenti di viaggio ed in particolare anche la carta di identità. Preoccupata di non poter partire con il volo programmato a causa della perdita del documento di identità, immediatamente mi reco presso la stazione di polizia più vicina per denunciare il furto e soprattutto farmi rilasciare denuncia di smarrimento che mi avrebbe consentito di tornare in Italia. 

Documento smarrito Ryanair nega l’imbarco

Dopo mezza giornata trascorsa presso la stazione di polizia, finalmente con la denuncia di smarrimento credevo di aver ormai risolto il problema. Ma per scrupolo decisi di chiamare il call-center della compagnia aerea Ryanair. Risponde una signorina alla quale spiego la situazione e chiedo se fosse possibile viaggiare con la sola denuncia di smarrimento della carta di identità. L’addetta risponde che prima era possibile volare con la sola denuncia di smarrimento del documento, ma che invece oggi la compagnia aerea ha regole più stringenti e che pertanto è tassativamente vietato volare senza un documento di riconoscimento valido. Vengo invitata a rivolgermi al consolato per l’emissione di un documento sostitutivo. Nonostante tutte le mie lamentele e imprecazioni l’addetto della compagnia aerea, quasi infastidita, ribadisce che l’unico modo per ottenere un duplicato temporaneo è quello di rivolgersi all’ufficio anagrafe del Comune o al Consolato, in alternativa “Senza documento NON si vola”.

Porta sempre con te una copia del documento smarrito

Ormai senza più speranze, dato che il volo sarebbe partito dopo poche ore, provo a chiamare nuovamente il call center della compagnia aerea Ryanair. Questa volta risponde un ragazzo molto più gentile e disponibile dell’operatore precedente, il quale mi spiega con sincerità che non sa dire con certezza se sia possibile volare con la denuncia di smarrimento ma che essendo realmente impossibilitata ad avere per tempo un documento sostitutivo si sente di consigliarmi di provare a presentarsi ugualmente in aeroporto e di spiegare la situazione.

Faccio come da consiglio, anche se con poche speranze, decido di recarmi in aeroporto ugualmente. Denuncia alla mano, carta di imbarco e fotocopie del documento smarrito, spiego la situazione all’addetta all’imbarco che comprendendo la situazione, dopo essersi brevemente confrontata con la sua responsabile, mi consente di salire ugualmente sull’aereo. Con un pò di fortuna ho evitato di restare una ulteriore notte in attesa del dupilicato del documento e soprattutto ho evitato di acquistare un altro volo per il giorno successivo”.

Alla luce dell’esperienza appena raccontata, Ecco alcuni consigli utili in caso di smarrimento del documento di identità.

Perdita del documento di identità prima di volare: documenti accettati dai vari Paesi

Le regole variano a seconda dei paesi e, talvolta, anche a seconda delle compagnie aeree. La prima cosa che fa sempre comodo sapere è quali sono i documenti che vengono accettati al momento dell’imbarco. Per l’Italia, la Francia e tutti gli altri paesi appartenenti all’ Unione Europea basta mostrare la carta d’identità o il passaporto. Se ti rechi in Inghilterra è bene sapere che i controlli sono molto più lunghi per quelli che possiedono la carta d’identità. Più veloci, invece, per i possessori di passaporto elettronico.

I controlli per entrare in Inghilterra sono molto più rigidi rispetto a quelli degli altri paesi dell’Unione Europea dove il passaporto o la carta di identità vengono controllati solo al momento dell’imbarco. In quasi tutti i Paesi dell’Unione Europea sono considerati validi come documenti per l’imbarco anche la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, patentino di abilitazione alle conduzioni di impianti termici, porto d’armi e anche tessere di riconoscimento che possiedono la fotografia. Però, per essere sicuri che il paese in cui ci si sta recando accetti questi documenti è meglio controllare sul sito della Polizia di Stato.

Perdita del documento di identità prima di volare: step da seguire

Perdere il documento di identità prima di volare è una cosa davvero molto brutta ed incresciosa, ma può capitare! La prima cosa da fare sarebbe quella di chiedere un duplicato all’ufficio anagrafe del Comune o se si è all’estero al Consolato. Se invece non avete tempo per chiedere un duplicato la cosa più rapida sarebbe quella di denunciare lo smarrimento presso la stazione di Polizia più vicina. Se, invece, ci si trova già in aeroporto bisogna recarsi alla polizia aeroportuale. Il secondo passo è quello di rivolgersi al banco della compagnia aerea con la quale si deve volare e spiegare il problema. Quasi tutte le compagnie aeree fanno volare anche solo con la denuncia dello smarrimento ma, come sopra raccontato, Ryanair può non accettare la sola copia rilasciata dalla Polizia.

Da poco tempo Ryanair ha cambiato la sua policy e fa volare solo i passeggeri che sono in possesso di un documento valido. Però, come c’è stato spiegato, a volte, se si incontrano gli addetti Ryanair giusti è possibile volare anche soltanto con la denuncia fatta alla polizia. Una cosa che si consiglia vivamente a tutti i viaggiatori è quella di portare sempre con sé una fotocopia cartacea del proprio documento di identità o, alternativamente, una foto del documento sul proprio telefonino.

Perdita del documento di identità prima di volare: ecco cosa fare

Perdita del documento di identità: come richiedere il duplicato

Ad ogni modo, il consiglio migliore da seguire in caso di perdita del documento di identità è quella di recarsi al Consolato Generale che può rilasciare un documento provvisorio di viaggio (ETD Emergency Travel Document) valido solo per il tempo necessario per il rientro in Italia o nel Paese di residenza dove si risulta iscritti all’AIRE. Ci si può recare al Consolato senza appuntamento nei giorni in cui gli sportelli sono aperti (solo in casi eccezionali è possibile presentarsi fuori dagli orari di apertura).

Bisogna portare due foto tessera, la denuncia fatta ai Carabinieri, la fotocopia del documento smarrito e il biglietto aereo. Le foto possono essere fatte anche direttamente in Consolato e il costo per richiedere il duplicato chiamato ETD è di 1.55 euro. La cifra deve essere versata contante e in valuta locale.

Per qualunque problema con il vostro volo potete fare riferimento a Flycare.

Potrebbe interessarti anche: Carta di identità al volo ora si può all’aeroporto di Fiumicino