Multa per Wizz Air e Ryanair: il bagaglio a mano è gratis

Il bagaglio a mano deve essere gratuito. La pratica commerciale applicata dalle due compagnie low cost Wizz Air e Ryanair è scorretta. Multa per entrambe. Vediamo nel dettaglio che cosa è accaduto.

Pratica commerciale scorretta per Wizz Air e Ryanair: il bagaglio a mano non deve essere a pagamento

Le due compagnie low cost sono state multate per uno e tre milioni di euro per aver apportato delle modifiche alle regole del trasporto del bagaglio a mano che, da sempre, è considerato gratuito per tutte le compagnie aeree. Quello che hanno fatto le due compagnie è stato ingannare i passeggeri mostrando un prezzo del biglietto differente, senza includere il bagaglio a mano che tutti dovrebbero portare gratuitamente in cabina.

Vi ricordate le tante polemiche che ci sono state in passato riguardo a questo cambiamento della politica del bagaglio a mano? Wizz Air e Ryanair prevedevano solo un piccolo bagaglio a mano incluso nel prezzo, una piccola borsa da porre sotto il sedile davanti. Per il bagaglio a mano grande era previsto un sovrapprezzo. Insomma, il passeggero non aveva più diritto a quello che gli spettava con l’acquisto del biglietto standard: ovvero il bagaglio a mano gratuito. Per fortuna, grazie anche alle nostre denunce dei mesi scorsi,  l’Antitrust ha multato le due compagnie aeree low cost.

L’Antitrust ha dichiarato illecita la nuova politica sul bagaglio introdotta da Ryanair il primo novembre 2018. Secondo l’autority  la strategia commerciale adottata non è trasparente, l’utente non sarebbe in grado di comprendere il prezzo complessivo del biglietto nel momento dell’acquisto e di conseguenza non riuscirebbe a confrontarlo con quello delle altre compagnie aeree.

rimborso bagaglio a mano Ryanair e WizzAir

 

Il bagaglio a mano deve essere incluso nel biglietto aereo standard

Ogni passeggero, qualunque sia la sua destinazione e la durata del suo viaggio porta un bagaglio a mano grande. Con bagaglio a mano grande ci riferiamo al classico trolley di dimensioni 55 cm x 40 cm x 20 cm che da sempre ci accompagna nei nostri viaggi, soprattutto quando si vola con compagnie low cost. L’Antitrust che ha multato Ryanair e WizzAir ha affermato che corrisponde alle abitudini di consumo della quasi totalità dei passeggeri viaggiare con un bagaglio a mano grande al seguito. Inoltre, il bagaglio a mano costituisce un elemento essenziale del servizio di trasporto aereo e il suo trasporto deve essere permesso senza sostenere alcun costo aggiuntivo. Solo il bagaglio grande da stiva costituisce, invece, un elemento extra che dovrà essere pagato separatamente, e quindi non incluso nella tariffa standard.

Le due compagnie aeree low cost, invece, mostravano sui loro siti un prezzo del biglietto standard diverso da quello finale, perché bisognava aggiungere tra i 5 e i 25 euro per il bagaglio a mano grande (Trolley), a seconda delle varie modalità di prenotazione ovvero priority o non priority. L’aumento della tariffa del biglietto non era per niente trasparente ed è per questo che, andando contro le regole, le due compagnie sono state multate.

Richiedi il rimborso del sovrapprezzo

Tutti i passeggeri si staranno chiedendo se ci siano i termini per richiedere il rimborso di quanto ingiustamente pagato per poter portare con sé il proprio bagaglio a mano grande (trolley). Ebbene, alla luce della sanzione inflitta dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato nei giorni scorsi, sembra proprio ci siano buone possibilità di ottenere il rimborso del supplemento pagato per poter portare con se il trolley. Pertanto, potranno richiedere il rimborso tutti i passeggeri che hanno acquistato il biglietto aereo con tariffa Priority oppure che hanno aggiunto al biglietto il bagaglio registrato da 10 Kg.. Sarà necessario conservare la prenotazione del volo e la carta di imbarco. La richiesta di rimborso può essere inoltrata tramite il form on-line, i professionisti di Flycare valuteranno caso per caso le possibilità di rimborso.

Speriamo che, in futuro, non ci saranno altre strane modifiche che portino ad un aumento occulto del prezzo finale del biglietto delle compagnie aeree low cost, dove lo scopo è proprio quello di prenotare dei biglietti standard a dei prezzi bassi e non elevati come se si stesse volando con una compagnia di bandiera.

Segui Flycare anche su Facebook, Instagram e Twitter