La tecnologia può portare dei grandi miglioramenti nei sistemi aeroportuali. Sono tanti i passeggeri che si ritrovano senza bagagli una volta arrivati a destinazione. Grazie all’intelligenza artificiale il bagaglio non sarà più fonte di preoccupazione. Addio ai bagagli smarriti. Scopriamo di più in questo articolo.

Nel 2036 non ci saranno più bagagli smarriti grazie all’intelligenza artificiale

Mai più bagagli smarriti grazie all’intelligenza artificialeIl progetto è molto ambizioso ma, secondo i dati diffusi da Sita la cooperativa internazionale che sviluppa nuove tecnologie per compagnie aeree e aeroporti, l’intelligenza artificiale è il futuroNel 2036 i bagagli verranno gestiti solo attraverso l’intelligenza artificiale. Che ci crediate o no, i bagagli smarriti non esisteranno più. L’intelligenza artificiale, infatti, aiuterà a diminuire i problemi nella gestione dei bagagli.

I bagagli smarriti, rubati o danneggiati sono circa 5.73 per ogni mille passeggeri. Ci sono stati dei miglioramenti dal 2015 al 2017, ma il bagaglio e la sua possibile perdita costituisce ancora un problema per tutti i viaggiatori.

I costi dei bagagli smarriti e i primi passi verso la rivoluzione

Negli ultimi dieci anni, grazie alla tecnologia, il processo di monitoraggio e smaltimento dei bagagli è migliorato tantissimo. Inoltre, gli aeroporti e le compagnie aeree sono riusciti a dimezzare i costi relativi ai problemi dei bagagli smarriti o danneggiati. Si spendevano più di 4.22 miliardi di dollari ed ora solo 2.1 miliardi. Ma sono ancora tanti!

Infatti, l’intelligenza artificiale mira a ridurre al minimo i costi dovuti ai bagagli smarriti. Sarà possibile? Si spera di sì! I primi miglioramenti si potranno avere già grazie alla risoluzione 753 della Iata. Si tratta dell’associazione internazionale delle compagnie aeree che impone di tracciare i bagagli in tutte le fasi del viaggio. I dati devono anche essere condivisi con tutti gli operatori.

Il risultato finale dovrebbe essere l’eliminazione dei bagagli smarriti o come vengono definiti nel gergo tecnico dei bagagli disguidati.

Compagnie aeree ed aeroporti si adegueranno per tracciare i bagagli durante tutto il viaggio

Mai più bagagli smarriti grazie all’intelligenza artificialeSono già tante le compagnie aeree che si sono adeguate alla risoluzione 753 ma in futuro, già entro giugno 2018 il numero crescerà. Sergio Colella, presidente di Sita Europa, ha affermato che l’intelligenza artificiale rivoluzionerà il modo di viaggiare, ma soprattutto la gestione dei bagagli eliminando i bagagli disguidati. L’attesa sarà abbastanza lunga, ma bisogna guardare ai piccoli passi in avanti che sono già stati fatti.

Entro la fine di quest’anno saranno sempre di più le compagnie aeree che tracceranno i bagagli, molte useranno sistemi aeroportuali già esistenti ed altre ne richiederanno di nuovi. Le compagnie aeree giocano un ruolo importante, ma anche gli aeroporti. Gli scali dovranno attrezzarsi a tracciare i bagagli, molto dipenderà anche da loro.

Il momento più critico per un bagaglio è quando viene trasferito da un volo all’altro. Lo scalo è il momento in cui si registra la perdita maggiore di bagagli. Negli ultimi anni, però, i bagagli disguidati anche in fase di scalo sono diminuiti. L’intelligenza artificiale aiuterà il monitoraggio del bagaglio dal momento in cui il viaggiatore fa check-in fino all’arrivo a destinazione. Le macchine, grazie ai dati che verranno inseriti, saranno in grado di monitorare il bagaglio.

Per concludere, la grande rivoluzione nella gestione dei bagagli è già in atto, servirà solo un po’ di tempo in più per sviluppare al meglio le nuove tecnologie. Nel frattempo, per tutti i bagagli smarriti o che avete ritrovato danneggiati dopo il vostro volo potete fare affidamento su Flycare.

 

 

27 Marzo 2018

Mai più bagagli smarriti grazie all’intelligenza artificiale

La tecnologia può portare dei grandi miglioramenti nei sistemi aeroportuali. Sono tanti i passeggeri che si ritrovano senza bagagli una volta arrivati a destinazione. Grazie all’intelligenza […]
20 Marzo 2018
Addio Meridiana e benvenuta Air Italy: la svolta per il mercato italiano

Addio Meridiana, benvenuta Air Italy: svolta per il mercato italiano

Grande rivoluzione nel mondo delle compagnie aeree italiane nelle ultime settimane. Meridiana ha deciso di cambiare nome e diventare Air Italy ponendosi come obiettivo quello di […]
13 Marzo 2018
No Show Rule: scoprite di cosa si tratta e se è valida in Italia

No Show Rule: scoprite di cosa si tratta e se è valida in Italia

La maggior parte delle volte in cui si acquista un biglietto aereo lo si fa andata e ritorno. Sono più comuni i biglietti di andata e ritorno […]
7 Marzo 2018
Risarcimento in caso di sciopero aerei

Sciopero aerei 8 Marzo 2018. Come essere risarciti

Sciopero per i diritti delle donne sul lavoro  Uno sciopero contro la violenza sulla donna, per denunciare il dato spaventoso delle molestie e dei ricatti sessuali […]
6 Marzo 2018
Aeroporto di Capodichino – Volo in ritardo per neve: ecco la mia storia

Volo in ritardo per neve: la mia storia all’Aeroporto di Napoli

Ormai mi conoscete bene, sono una grande viaggiatrice nell’anima, prendo voli da quando avevo 6 anni e mi spavento poco facilmente. Viaggio per piacere ma, vivendo […]
2 Marzo 2018
La casa di Messi limita il traffico aereo dell'aeroporto di Barcellona

Vueling. La casa di Lionel Messi limita il traffico aereo

La Vueling dice di essere limitata nell’aumentare il proprio traffico aereo a causa della casa di Messi, costruita nella zona di Gava. Il giocatore del FC […]
2 Marzo 2018
Viaggiare gratis per il mondo ma non solo: pregi e difetti dell’essere assistenti di volo

Viaggiare gratis: pregi e difetti dell’essere assistenti di volo

Quando ero piccola ho sempre desiderato fare un lavoro che mi facesse girare il mondo. Ho sempre pensato che, sapendo bene le lingue, sarei potuta diventare […]